Quello che Conta

Scritto da il 8 Gennaio 2018

“È strano realizzare, quando hai solo 26 anni, che il tempo a tua disposizione sta per scadere”: è così che inizia lo struggente ultimo messaggio di Holly Butcher, una ragazza australiana del New South Wales affetta dal sarcoma di Ewing (rara forma di tumore osseo). L’intento della giovane e’ quello di aiutare gli altri a capire von un ultimo messaggio quanto la vita sia preziosa, ma spesso anche fragile e troppo breve.

“La possibilità di morire giovani è una cosa che molte volte ignoriamo” ha precisato Holly. “Ho sempre immaginato di diventare grande, che un giorno avrei avuto le rughe e i miei capelli sarebbero diventati bianchi. Ho sognato di fare una famiglia con l’uomo che amo. L’ ho desiderato così tanto da far male.
La vita è così. Fragile, preziosa e imprevedibile. Ogni giorno che passa non è un nostro diritto, ma un dono che ci viene dato. Ora ho 27 anni e non voglio morire: amo la mia vita, sono felice e in debito coi miei cari. Ma non ho il controllo della mia vita tra le mani.

Voglio che le persone smettano di preoccuparsi riguardo alle piccole cose stressanti e senza senso che capitano quotidianamente. Ricordate che tutti abbiamo lo stesso fato ad attenderci, per cui concentratevi su ciò che vi fa sentire utili. […] Quando vi lamentate riguardo a cose ridicole, pensate a chi affronta i veri problemi. Siate grati che i vostri non siano così grandi e passate oltre. Una volta fatto, prendete un bel respiro e alzate gli occhi al cielo blu e verso gli alberi verdi: il mondo è meraviglioso. Pensate a quanto siete fortunati per riuscire ancora a respirare”.

Holly, poi, elenca alcuni delle piccole noie quotidiane che affaticavano lei e i suoi cari, prima che qualcosa di molto più grande li attraversasse: tra il traffico da affrontare ogni mattina, le poche ore di sonno dei conoscenti con bambini piccoli, il parrucchiere che non taglia mai i capelli della giusta lunghezza o il non amare il proprio corpo a causa della cellulite e della taglia scarsa di reggiseno. Spesso ognuno di noi spende troppe energie negative su ciò che non va, invece di godersi la vita. “Quando consideri la vita per intero, tutto ciò è insignificante.

Tutto quello che vorrei avere ora è un compleanno o un Natale in più da spendere con la mia famiglia, oppure un solo giorno in più col mio partner e col mio cane. Solo uno. Lavorate duro affinché possiate trovare la vostra felicità mentale, emotiva e spirituale. […] Siate riconoscenti per ogni giorno in cui non avete dolori e soprattutto date, date, date. È vero che si guadagna più felicità facendo qualcosa per gli altri che per se stessi. Da quando mi sono ammalata, ho incontrato persone molto generose e ho ricevuto il più caldo supporto dalla mia famiglia, dai miei amici e anche da tanti estranei. Non lo dimenticherò mai”.

La ricetta di Holly per la felicità è semplice: “Ascoltate la musica, ascoltatela davvero. La musica è terapia. Accarezzate il vostro cane. Parlate ai vostri amici e mettete giù quel telefono. Viaggiate, se vi piace, altrimenti non fatelo. Lavorate per vivere, non vivete per lavorare. Mangiate le torte senza rimorsi. Non fate ciò che gli altri credano che valga la pena fare. Dite ai vostri cari che li amate. E se qualcosa vi rende tristi, sappiate che avete il potere di cambiarlo”.


Taggato come , , , , , , , , ,



Commenti

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi richiesti sono contrassegnati *



Continua a leggere

Articolo successivo

Se vuoi, puoi


Thumbnail


Cart

View cart


Cerca